Terre di Canossa

Visitare l’Appennino Reggiano da una panchina all’altra

Big Bench n.58 Monte Fosola, arrampicati per godere del panorama mozzafiato, visitare l’Appennino Reggiano sarà più divertente da una panchina all’altra.

 in visita su l'Appennino Reggiano

E’ sempre piacevole visitare l’Appennino Reggiano ed era da un po’ di tempo che desideravo vedere l’enorme panchina rossa sul Monte Fosola, tra Carpineti e Felina, la n.58 che troneggia sulla vallata del Secchia.

Quello delle panchine giganti è già diventato un fenomeno virale, un community project con App e sito internet da consultare per vedere dove sono installate le panche.

Ideate da Chris Bangle sono già 101, e l’iniziativa no profit nasce per sostenere le comunità locali, il turismo e le eccellenze artigiane che ospitano queste simpatiche installazioni fuori scala. In questo articolo ti dirò dove puoi trovarle in Emilia.

visita Appennino Reggiano Monte Fosola

Come arrivare alla n.58

Si può arrivare tramite diversi percorsi più o meno lunghi; il percorso più breve fatto da me è di difficoltà media, adatto anche per famiglie con bambini. Quello più lungo e probabilmente ancor più suggestivo parte dal Castello di Carpineti e ha la durata di due ore e 30 circa. Visitare l’Appennino Reggiano, anche se vasto merita sempre.

Si parcheggia al Parco Tegge, appena fuori dal centro di Felina, ridente frazione di Castelnovo ne’ Monti, per poi proseguire a piedi verso il Monte Fosola. Il percorso, che è comunque segnalato, attraversa diversi borghi e casette in pietra, alcune di probabile origine bizantina, mano a mano che si arriva a Palareto.

Insegna visita in Appennino Reggiano

Il tempo di percorrenza stimato è di un’ora circa a passo moderato, i Km sono 4,7. L’ultimo tratto di 700 mt per arrivare alla Big Bench è quello più ripido; dopo il boschetto di castagni però si apre la vallata, in tutto il suo splendore.

Per chi volesse arrivare in auto o moto da strada è possibile parcheggiare nel borghetto di Palareto, o più vicino a Cà Barucca compiendo gli ultimi 500/700 mt a piedi, all’ombra degli alberi di Castagno presenti nel boschetto.

Il consiglio è di farsi il tragitto a piedi, unica raccomandazione portatevi acqua e scarpe adatte per sentieri sconnessi.

Appena giunti in prossimità della panchina si presenta davanti agli occhi un bellissimo panorama, che abbraccia Ventasso, Monte Cusna e Pietra di Bismantova. Goditi a pieno la tua particolare visita all’Appennino Reggiano.

Salire sulla Big Bench ti darà la piacevole sensazione di ritornare bambino!

Se hai ancora fiato e vuoi proseguire il cammino, ti consiglio il bellissimo e suggestivo sentiero dorato da Monte Fosola al Castello di Carpineti e se vuoi saperne di più continua a seguirmi, visita la mia pagina dedicata ai sentieri…

visita all'Appennino Reggiano panorama

Big Bench n.86 Ligonchio di Ventasso, paese delle Aquile da visitare nell’Appennino Reggiano

La seconda in ordine di costruzione, data di inaugurazione 6 ottobre 2019. che misura 3,20 metri di larghezza e 2,50 di altezza, con la struttura in ferro e la seduta in legno, collocata su una piattaforma di cemento sul Monte della Croce, è dedicata agli alpini che non sono mai più tornati a casa. La sua realizzazione è avvenuta grazie all’impegno di un gruppo di cittadini del piccolo paese dell’appennino che hanno aderito al circuito verde e al Big Bench project, in grande crescita.

Già attive le iniziative per visitare entrambe le panche in un percorso della durata di due giorni che dal Monte Fosola passa per Sologno e dopo la pausa con pernottamento in strutture del luogo, riparte il mattino successivo alla volta di Ligonchio.

Le indicazioni per questa seconda installazione sono segnalate durante il tragitto, la via nella quale è ubicata è : via del Budrio,13 Ligonchio (RE)

Big Bench n.93 Baiso

Come si suol dire non c’è due senza tre ed eccola la terza panca risiedente nelle nostre montagne, inaugurata pochi giorni fà, per la precisione il 6 giugno 2020.

Senza ombra di dubbio un operazione di buon auspicio per tutti noi che in questo difficile periodo abbiamo bisogno di respirare e di guardare con occhi nuovi il nostro territorio.

La panca è posizionata sulla sommità del poggio “la Balota”ed è di colore arancione, colore identificativo del gruppo che l’ha ideata e sostenuta, nello specifico, i volontari del Nordic Walking Baiso.

visitare l'Appennino Reggiano panca Baiso

Il panorama che come sempre si mostra ai nostri occhi è speciale, va dal Monte Cimone fino ai ponti di Calatrava della stazione Medio Padana.

Addirittura, se la giornata è limpida, in lontananza si possono scorgere, ad occhio nudo, San Luca e la torre degli Asinelli.

Per raggiungerla si va a Baiso località Montecchio, si parcheggia di fianco al Bar Castello, poi si prende la strada per il Castello, si gira a dx seguendo il sentiero CAI 632 verso il borgo storico di Cassinago, 25 min a piedi e siete arrivati.

Se ti ho incuriosito e vuoi saperne di più puoi visitare il sito ufficiale della comunity all’indirizzo: https://bigbenchcommunityproject.org/

Se invece a forza di camminare ti è venuta fame non esitare a leggere l’articolo che ti consiglia le trattorie tradizionali nelle quali gustare la cucina casalinga montanara.

2 commenti

  • Nilla

    Ciao Giovanna
    Ne avevo sento parlare delle panchine giganti e dei suoi percorsi
    Non essendo una grande camminatrice non le ho mai visitate
    Adesso leggendo tutto cosi ben dettagliato mi ai incuriosita e non mancherò a questa piacevole gita
    Sei stata un ottimo cicerone
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *